La tecnologia inverter: comfort ideale, sempre

10/02/2017

Cos’è e come funziona un sistema di climatizzazione inverter? È effettivamente vantaggioso per il comfort degli ambienti e per il portafogli? 

Molto spesso quando parliamo di tecnologia, tendiamo ad utilizzare dei termini tecnici che diventano d’uso quotidiano, senza renderci bene conto del loro significato. Ad esempio, cosa vuol dire quando, parlando di climatizzatori, ci riferiamo alla tecnologia inverter, in cosa si differenzia da altri funzionamenti e con quali vantaggi?

L’ inverter è un dispositivo elettronico che agisce sul numero dei giri del compressore e permette di variarne il numero in base all’esigenza. Questo significa consumare energia solo  nella quantità necessaria e produrre potenza solo quando è necessaria: di conseguenza l’energia che viene impiegata non è mai in eccesso. La potenza generata dal compressore è variabile e sempre proporzionale al bisogno.

L’esito ottenuto della tecnologia inverter è in sintesi, un cambiamento nel ritmo dell’energia, che diviene così modulante: l’inverter applicato ai sistemi di condizionamento consente al compressore, che produce la climatizzazione desiderata, di lavorare inizialmente con la massima potenza, per poi gradualmente diminuirla fino al raggiungimento del clima desiderato. In tal modo l’energia impiegata diminuisce progressivamente fino a diventare minima per il mantenimento della temperatura impostata. 

Differenze tra le tecnologia inverter e on-off

La tecnologia inverter sostituisce completamente la famiglia dei vecchi condizionatori d’aria on-off. Questa tecnologia, più elementare, faceva lavorare l’apparecchio di condizionamento sempre alla massima potenza, indipendentemente da quella effettivamente necessaria per raggiungere la temperatura desiderata. 

Il primo sistema di condizionamento fu brevettato nel 1906 dall’Ingegnere Willis Haviland Carrier che realizzò un sistema di raffreddamento per controllare calore e umidità nei processi di stampa. Il primo impianto d’aria condizionata domestico fu poi installato nel 1914 a Minneapolis (Minnesota).


L’introduzione della tecnologia inverter rappresenta uno dei maggiori progressi nei sistemi di climatizzazione poiché consente di utilizzare una quantità di energia gradualmente decrescente: col trascorrere del tempo sarà necessaria sempre minore energia per giungere alla soglia desiderata. Utilizzare un climatizzatore con tecnologia inverter, dunque, consente di migliorare l’efficienza del compressore e di minimizzare i consumi.

La tecnologia inverter nei climatizzatori Fujitsu

La tecnologia inverter tuttavia non è uguale per tutti: nel corso del tempo sono stati messi a punto sistemi sempre più efficienti. I climatizzatori Fujitsu, grazie alla tecnologia DC inverter ed ai controlli elettronici di qualità superiore, garantiscono le prestazioni migliori in ogni condizione ambientale. Inoltre, grazie alla tecnologia I-PAM Inverter Control, le nostre macchine raggiungono in meno tempo e con un ulteriore risparmio energetico la temperatura di comfort, garantendo ad esempio un'elevata capacità di riscaldamento anche con temperature esterne molto basse.
 

Il sistema inverter di Fujitsu è sinonimo di affidabilità poiché Fujitsu, da sempre leader nello sviluppo dell’elettronica per la climatizzazione, completa la sua tecnologia inverter con il potente compressore Twin Rotary DC. L’innovativa progettazione di questo compressore garantisce un’efficienza energetica maggiore rispetto ai normali compressori, unendo anche un motore ventilatore DC che supporta e potenzia le alte prestazioni dei climatizzatori Fujitsu.

Per scoprire maggiori informazioni sulla tecnologia montata dai climatizzatori Fujitsu è possibile consultare la pagina dedicata sul nostro sito www.fujitsuclimatizzatori.it.

 

 

 

...

Comunicazione